Terme di Montelungo

In moto in Lunigiana

motociclista al BB Eremo Gioioso
Sosta ristoratrice presso il BB Eremo Gioioso

Parliamo di moto, di motociclisti, di uscite in sella alle due ruote.

Di percorsi affascinanti.

Di tante curve.

Ma anche di serate in compagnia, di buon cibo, di buon vino e dei servizi che contribuiscono a rendere piacevole il soggiorno di chi ama muoversi in moto.

Un mezzo che consente un’immersione totale nel territorio. Una sua conoscenza profonda.

E parlando di Lunigiana ci riferiamo ad un territorio che ben si presta ad escursioni motociclistiche.

cartina della Lunigiana
la Lunigiana

La Lunigiana: un luogo per motociclisti

Al centro di diversi passi, Cisa, Cirone, Lagastrello, Brattello, Cerreto, etc.,caratterizzati da curve e tornanti divertenti.

Prossima a rinomate località di mare: le 5 Terre, Lerici, Portovenere, la Versilia.

Un lembo di Toscana accogliente ed autentico contraddistinto da un ottimo rapporto prezzo/qualità nella sua offerta di servizi, siano essi di ristorazione o di pernottamento.

Cosa c’entrano le moto con le Terme di Montelungo? Niente!

Non c’entrano con le moto ma, invece, hanno molto a che vedere con il piacere.

Sono infatti il biglietto da visita della Lunigiana. Il primo insediamento lunigianese che incontra chi proveniendo da Nord, ha imboccato la statale della Cisa.

Un posto dove varrebbe la pena fermarsi. 2 tipi di acque, solforose ed oligominerali, entrambe con comprovate qualità benefiche.

In questo ameno luogo, immerso nel verde, ci si può quindi dedicare alla cura del proprio corpo attraverso bagni caldi, cromoterapie, fanghi ed, ultimamente, anche a quella dello spirito, iscrivendosi alle sedute di yoga.

Insomma, un primo assaggio di quanto di bello e piacevole è in grado di offrire questa terra.

Infatti la Lunigiana può sorprendere piacevolmente tutti. Ancor più il motociclista. Ha tutto per riuscire a farlo: percorsi affascinanti, borghi suggestivi, un’enogastronomia di qualità ed un’accoglienza attenta alle esigenze dei centauri, a quelle delle loro moto ed anche a quelle del loro portafogli.

Ora, però, dopo la sosta alle Terme di Montelungo, siate pronti a rimettevi in sella per seguirci alla scoperta della Lunigiana!

Prima di partire è opportuno che mi presenti. Anzi, che ci presentiamo, considerato che siamo un binomio inscindibile:

Marzia, Marco e il B&B Eremo Gioioso

Siamo Marzia & Marco e saremo felici di accogliervi nel nostro B&B in Lunigiana: l’Eremo Gioioso.

Frutto di una lunga e meticolosa ristrutturazione protrattasi per 5 anni, da altrettanto tempo, ci adoperiamo affinché il luogo possa essere coerente con il nome che abbiamo voluto dargli. 

Eremo perché leggermente a margine di un mondo talvolta volgare, rumoroso, poco attento ai rapporti umani.

Gioioso perché intriso di una concezione epicureica della vita.

Piaceri semplici ma…piaceri veri: il paesaggio, il cibo, il vino, la buona compagnia.

Come spesso diciamo, giocando sull’acronimo :- l’Eremo Gioioso è una ZTL-. Che in questo caso sta per “Zona Temporaneamente Libera”.

La realizzazione di un’isola di piacere e libertà.

Un luogo in cui, sia pure per poco tempo, ci si possa dedicare a se stessi, agli affetti, all’amicizia, alla condivisione delle comuni passioni, all’ascolto di chi ci sta vicino.

Un luogo in cui assaporare il piacere di un vivere rilassante: con la sensazione di essere avvolti in una carezza che ci accompagna e non in un turbine che ci trascina.

Un eremo appunto, perché distante da una quotidianità, a volte, necessariamente frenetica.

Un luogo estraneo a ritmi, impegni, gerarchie di ogni tipo.

In sintesi un’isola di buona vita nella quale sia possibile tonificare il corpo ed, insieme, anche l’anima.

Motociclisti ospiti del B&B eremo Gioioso

Motociclisti ospiti del B&B eremo Gioioso

Al confine fra Toscana ed Emilia Romagna, il B&B Eremo Gioioso vuole essere il luogo ideale per trascorrere delle vacanze rilassanti.

Un edificio millenario

L’edificio in cui è ospitato il B&B trasuda storia.

il B&B Eremo Gioioso prima del suo recupero
il B&B Eremo Gioioso prima del suo recupero

Costruito intorno all’anno mille, quale struttura a supporto di una torre di avvistamento che sovrastava il borgo, nei secoli ha visto l’avvicendarsi di molte famiglie contadine.

Finito prima in disuso e poi in stato di abbandono, 10 anni or sono è stato da noi recuperato con la ferma intenzione di restituirgli la sua anima originaria.

Ci siamo quindi impegnati a ridargli vita ma non solo.

Lo abbiamo fatto adottando molte delle tecniche costruttive del passato e con un abbondante impiego di materiali naturali.

Quelli tradizionalmente utilizzati in questa tipologia di costruzioni: la pietra, il legno, il ferro, la calce.

Il risultato è stato rispondente alle aspettative: la realizzazione di un luogo nel quale il ristoro dell’animo è accompagnato da una sensazione di sobria bellezza e salubrità in grado di appagare anche il corpo.

Un piacere per tutti. Anche per i motociclisti che decidono di venirci a trovarci in Lunigiana!